28 novembre 2006

Alla vita

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell'al di là.
Non avrai altro da fare che vivere.

La vita non é uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli uomini gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla é più bello, più vero della vita.

Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant'anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.
Nazim Hikmet

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Vale, le massime e le storie che pubblichi sono sempre istruttive. Buona giornata. Bruno

capucine ha detto...

la vita non è uno scherzo, la morte neppure. Lo scherzo è come, a volte, si passa dalla vita alla morte: un attimo. Un istante prima e un istante dopo, proprio solo un istante in cui avviene un cambiamento che pure non si può descrivere in un istante.
Oggi la tristezza è pesante, con il tempo andrà meglio. E' sempre così, per tutti.
Un abbraccio

supermacvale ha detto...

Ciao capucine, è vero è sempre così, col tempo...
Perchè la morte fa parte della vita anche se abbiamo il coraggio di guardarla in faccia troppo poco spesso...
Viviamo ogni giorno come se fosse l'ultimo, questa sì che sarebbe vita...
Ti abbraccio

capucine ha detto...

... e un giorno sarà proprio l'ultimo

supermacvale ha detto...

Si...e chissà se è possibile arrivarci "pronti"... Forse tutto dipende da come si è vissuta la vita, se si hanno rimpianti e se sono rimasti rancori...e da cosa si crede ci sia dopo...