19 ottobre 2007

L'arte dell'accoglienza sabaudo-olimpica

Ieri, Torino, ore 13.30 pranzo nel dehor di un bar in piazza Carlo Alberto.
Al tavolino di fianco, vuoto, si siedono due ragazzi e ordinano due caffè.
Risposta: "Mi dispiace ma a quest'ora non si possono consumare caffè al tavolino, i tavolini sono riservati a chi fa pranzo"
Io, basita, mi giro verso la cameriera con gli occhi fuori dalle orbite, i ragazzi si guardano esterefatti, ringraziano, si alzano e se ne vanno.
Turismo? Accoglienza? Ma di cosa stiamo parlando?!?! Lasciamo perdere tutto, torniamo a pensare esclusivamente alle automobili che è meglio. Ma come faccio a lavorare per il turismo di questo territorio se poi la mentalità è questa?
Per la cronaca, il tavolino è rimasto vuoto...

5 commenti:

monica ha detto...

E quasi certamente quei ragazzi non torneranno mai più in quel bar...

Anonimo ha detto...

Ciao, questa logica fa parte di una certa Torino che dovrebbe fare turismo ed ha una mentalità da anni cinquanta. Splendida serata. Un bacione. Bruno. Meglio decisamente il tavolino vuoto.....

babuzza ha detto...

.. chi ha detto che con il Caffè non si può pranzare! C'è chi dice - ed ha ragione - che la Guinness è un alimento!!!

Priska ha detto...

Io sono un pò di parte in realtà, è vero che nell'ora di pranzo si cerca di lasciare alcuni tavoli per chi deve mangiare per aiutare in qualche modo tutti coloro che lavorano e hanno bisogno di un tavolo "veloce"(nella città delle automobili vanno tutti velocissimi!).
Ho imparato non solo nel mio mestiere ma anche guardando il mio moroso, che tutto sta nel come vengono dette le cose, io probabilmente avrei spiegato con gentilezza ai due ragazzi la situazione e sarei arrivata a un compromesso. Il fatto è che alle volte viene ripetuto magari dalla cameriera automaticamente un"ordine" senza essere cortesi e accoglienti. A me è successa la stessa cosa anche in altre parti d'Italia,luoghi conosciuti per il turismo!!!!
Tutto sta nel mettere un pò di cortesia tra le parole.

supermacvale ha detto...

@moni: già, tanto sicuramente nei dintorni qualcuno di più cortese e con le pizzette anche più buone ci sarà!
@bruno: ciao Bruno, infatti, anni 50, FIAT, torniamo a fare solo quello, se non siamo in grado. Peccato perchè la città è eccezionale...
@babuzza: ciao Babuz, a chi lo dici! Guinness e due ostriche e che vuoi di più!
@pri: non sono daccordo. Bar per pranzare ce ne sono decine nei dintorni, difficile non trovare posto. Penso che, nel lungo termine, anche economicamente, sarebbe convenuto al gestore fare il caffè ai ragazzi e lasciarli seduti. E' così strano un caffè dopo pranzo (era l'una e mezza...) comodamente seduti a un tavolino guardando una bellissima piazza? E' che c'è sempre la logica del profitto maggiore. Che non porta a niente...